Termini e condizioni generali di

Bette GmbH & Co KG a 33129 Delbrück / Germania

§ 1 Ambito di applicazione

1.

Questi termini e condizioni generali (di seguito denominati termini e condizioni) si applicano a tutti i contratti di vendita chiusi ai sensi del § 1 numero 2 di questi Termini e condizioni tra di noi (di seguito denominati venditore) e loro come nostri clienti (di seguito denominati acquirente o ultimo venditore). I termini e le condizioni si applicano esclusivamente alle società ai sensi del § 14 BGB o ai commercianti ai sensi del § 1 ff HGB come clienti. Questi termini e condizioni, disponibili anche su Internet all'indirizzo www.bette.de o resi disponibili su richiesta scritta, si applicano a tutti i contratti presenti e futuri e ai rapporti commerciali tra il venditore e l'acquirente. Se i termini e le condizioni sono stati effettivamente integrati nella prima stipula di un contratto da noi come utente di questi termini e condizioni in conformità con §§ 305 e seg. BGB, si applicheranno anche a qualsiasi ulteriore conclusione del contratto nell'ambito del rapporto commerciale corrente. 

2.

I contratti di acquisto sono tutti contratti relativi alla vendita di beni mobili, in cui l'attenzione è rivolta al trasferimento e all'approvvigionamento di beni in conformità con §§ 433 paragrafo 1, 929 BGB. Ciò include anche le consegne e i preparativi e, se necessario, nei singoli casi pianificati dal venditore, se e nella misura in cui l'acquirente installa il prodotto autonomamente o lo fa installare da terze parti da lui incaricate, anche se la messa in servizio su impostazioni finali e / o adeguamenti finali e l'accettazione finale avviene ad opera del venditore. Le raccomandazioni del venditore comunicate in questo contesto sono strettamente legate al prodotto e ridotte alla natura del prodotto. Le raccomandazioni e le dichiarazioni del venditore, che si riferiscono al progetto di costruzione concreto e/o alle domande dell'acquirente e devono essere considerate come un precursore della fornitura di prodotti o prodotti oggetto del contratto, non qualificano i servizi come un contratto di lavoro. 

Piuttosto, il focus del contratto è la consegna di beni mobili e qualifica il contratto in questo caso come un contratto di consegna di un'opera. La classificazione come oggetto mobile ai sensi del § 650 BGB non preclude che le parti dell'impianto o i prodotti siano destinati ad es. al montaggio su un impianto e poi all'installazione permanente su un terreno o come parte integrante dell'edificio. Il fattore decisivo è se gli oggetti sono mobili al momento della consegna. 

3.

Tutti gli accordi conclusi tra il venditore e l'acquirente in relazione al contratto di acquisto derivano in particolare da questi termini e condizioni, dalle conferme d'ordine scritte del venditore e dalla sua possibile dichiarazione di accettazione. 

4.

Fa fede la versione dei termini e condizioni valida al momento della conclusione del contratto. 

5.

Termini e condizioni divergenti, contrastanti o supplementari dell'acquirente o altri accordi delle parti non entreranno a far parte del contratto, a meno che la loro validità non sia stata espressamente concordata per iscritto o confermata nella conferma d'ordine. Anche il silenzio su un contratto dell'acquirente con condizioni generali e/o nuove condizioni e regolamenti diversi non costituisce una conferma commerciale o imprenditoriale dello stesso.

6.

I rappresentanti di vendita (anche rappresentanti di vendita stipendiati o agenti di commercio) e i tecnici di servizio / applicazione del venditore non devono concordare variazioni sui termini e le condizioni generali ai sensi del § 1 paragrafo 4 delle presenti condizioni e/o presentare e ricevere dichiarazioni di intenti legali.

§ 2 Conclusione del contratto, trasferimento

1.

La presentazione e la promozione di articoli del programma, sito Web, pubblicità, brochure e altri stampati su supporto digitale o incorporati del venditore non costituisce un'offerta vincolante per la conclusione di un contratto di acquisto. 

2.

Un contratto è concluso solo quando il venditore accetta una richiesta d'ordine mediante un'accettazione o una conferma d'ordine e/o la consegna degli articoli ordinati. In quest'ultimo caso, la conferma dell'ordine verrà sostituita dalla fattura del venditore. 

3.

La natura specifica degli esemplari e dei modelli o campioni messi a disposizione dal venditore entrerà a far parte del contratto solo se questo è stato concordato contrattualmente separatamente tra il venditore e l'acquirente (campione come oggetto di un accordo di qualità). Nel caso in cui i campioni siano espressamente oggetto di un accordo di qualità specifico, le deviazioni dal modello dovute alla produzione o alla realizzazione, nonché lo sviluppo del prodotto, sono espressamente riservate. 

4.

Nel caso di ordini di chiamata, il venditore ha il diritto di procurarsi il materiale o la merce per l'intero ordine e di produrre e/o acquistare immediatamente l'intera quantità dell'ordine e l'acquirente è tenuto ad accettare l'articolo acquistato sulla prima offerta. Di conseguenza, eventuali richieste di modifica dell'acquirente non possono essere prese in considerazione dopo la conclusione del contratto, a meno che ciò non sia stato espressamente concordato per iscritto tra acquirente e venditore o sia ancora possibile con ragionevole sforzo da parte del venditore. In questi casi gli adeguamenti del prezzo e della data di consegna sono espressamente riservati.

5.

Il contratto è vincolante e non può essere modificato unilateralmente su richiesta dell'acquirente. 

6.

L'acquirente è obbligato ad accettare in conformità con § 433 paragrafo 2 BGB nell'ambito dell'accordo raggiunto e deve § 280, 286 BGB nella misura in cui eventuali danni di ritardo rimborsare i costi aggiuntivi di stoccaggio e consegna. In mancanza di un'accettazione tempestiva dopo le date di consegna concordate o i periodi di consegna, l'acquirente deve una penalità contrattuale dello 0,3% del prezzo di consegna netto per giorno lavorativo di superamento della scadenza, tuttavia, non superiore al 5% del prezzo di consegna netto, a meno che non sia responsabile del superamento delle scadenze. Eventuali altre richieste di risarcimento verranno accreditate conformemente a questa sanzione contrattuale. Ulteriori risarcimenti per danni e spese rimangono inalterati. 

7.

Le date di consegna o i tempi di consegna sono vincolanti solo se concordati per iscritto o in forma testuale. Non vincolanti sono le date di consegna che sono chiaramente identificate come tali, in particolare da informazioni o aggiunte del venditore come "circa, ca.", ecc. I termini di consegna iniziano con la ricezione della conferma dell'ordine da parte dell'acquirente. In caso di modifiche effettive all'ordine, il termine di consegna ricomincia con la ricezione da parte dell'acquirente della conferma d'ordine modificata, se e nella misura in cui il venditore conferma espressamente i termini nella conferma d'ordine modificata. Nel caso in cui il venditore non rispetti colpevolmente un termine espressamente concordato o sia inadempiente per qualsiasi altro motivo, l'acquirente dovrà concedere un ragionevole periodo di grazia dalla data di ricezione della comunicazione scritta al venditore o a partire da un eventuale termine fissato sul calendario. Dopo la scadenza infruttuosa di questo periodo, l'acquirente ha il diritto di far valere le proprie pretese legali. Se la consegna è ritardata per motivi per i quali il venditore non è responsabile, ad es. a causa di scioperi (anche presso i fornitori del fornitore), forza maggiore, il cliente viene informato al più presto e il venditore non è in questo caso obbligato a risarcire o rimborsare le spese. La forza maggiore ai sensi di queste condizioni contrattuali è ad es. anche se si sono verificate circostanze presso i fornitori (e i loro fornitori) del venditore o del venditore stesso, cosa non prevista in un'azienda normale. Questi includono ad es. la distruzione e l'adeguamento dei mezzi di produzione / impianto di produzione ad es. in seguito ad eventi di incendio, alluvioni, eventi meteorologici eccezionali (eccezionali in questo contesto se non si è verificata una tempesta simile nella regione negli ultimi 5 anni) o una carenza di approvvigionamento di una materia prima necessaria a causa della scarsità di materie prime e/o chiusure ufficiali a livello di mercato, 

che non sono dovute al comportamento colposo del venditore. Se i ritardi sono considerevoli e se il compratore non può aspettare, l'acquirente ha il diritto di recedere dal contratto per iscritto dopo l'ultimo termine scritto, a meno che la consegna non sia impossibile o se la data di consegna è fissa e decade l'interesse del cliente verso la merce. Nel caso in cui il venditore, nell'ambito di una transazione commerciale, o l'acquirente (l'imprenditore o il commerciante) acquisti la merce da una terza parte o dal produttore, il contratto è considerato in risoluzione a causa della mancata consegna del suo contraente e l'acquirente non ha alcuna richiesta di risarcimento danni e/o rimborso spese. Qualora la consegna per i motivi sopra indicati - senza che la prestazione sia impossibile o diventi tale - venga ritardata solo nella misura ragionevole per l'acquirente, di solito 21 giorni oltre la data di consegna concordata, l'acquirente non ha i diritti di cui sopra, tranne verso una transazione di correzione assoluta. Se la nuova data di consegna o il ritardo non sono più ragionevoli per l'acquirente, egli può recedere dal contratto per iscritto dopo la scadenza di un ragionevole periodo di tolleranza.

8.

Se le merci vengono spedite dal venditore con una società di logistica da lui incaricata, il trasferimento del rischio avviene presso l'imprenditore o il commerciante come acquirente con trasferimento a una persona di trasporto adeguatamente selezionata e (finora) affidabile. Il venditore non è tenuto, dopo la consegna della merce alla persona di trasporto, a subire una perdita o un corrispondente deterioramento della merce per motivi indipendenti dalla propria volontà e l'acquirente è comunque tenuto al pagamento del prezzo di acquisto. A questo proposito, il venditore è tenuto a cedere all'acquirente le proprie richieste di risarcimento danni nei confronti della società di logistica, tuttavia non a far valere pretese per l'acquirente nei confronti della società di logistica dopo l'autorizzazione. Durante il ritardo dell'acquirente, il venditore è responsabile dell'accettazione/consegna della merce solo per dolo e colpa grave. Se sono dovuti solo determinati prodotti/articoli sulla base della tipologia, il rischio passa al cliente nel momento in cui è inadempiente perché non accetta i beni / gli oggetti offerti, § 300 BGB. 

9.

Le merci destinate all'installazione sono installate dall'acquirente stesso o da una società specializzata (meccanico di impianti del settore sanitario) da lui commissionata indipendentemente dal presente contratto. Se l'acquirente è un venditore finale e il suo acquirente (acquirente finale) è obbligato a installare i beni o i prodotti del venditore in esecuzione di un contratto concluso con una terza parte, l'acquirente o in questo caso il venditore finale si impegna a trasmettere le seguenti disposizioni della presente clausola 9 dei termini e condizioni al proprio acquirente (acquirente finale). Se la merce non viene eseguita in modo professionale e/o non conforme alle condizioni di installazione e alle descrizioni dell'installazione e/o se vengono apportate modifiche alla merce consegnata e/o ai materiali di assemblaggio da parte dell'acquirente, una terza parte nominata dall'acquirente o l'acquirente finale, i diritti di garanzia nei confronti del venditore e pretese derivanti dai §§ 439 par. 3, 445 a par. 1 BGB sono esclusi, poiché in questo caso non si tratta più dello stesso oggetto di acquisto. Gli acquirenti e gli acquirenti finali devono controllare immediatamente i prodotti o i prodotti in conformità con § 377 HGB (vedere di seguito). L'acquirente è consapevole e lo comunica ai suoi acquirenti (acquirenti finali) che nel corso del processo di fabbricazione dei prodotti di alta qualità del venditore che le aree dietro il bordo di aggraffatura (dietro la sezione del bordo verticale circonferenziale dei bagni, dei piatti doccia, delle superfici doccia e dei lavabi), che in caso di installazione e montaggio corretto non sono esposte all'acqua diretta, non può essere garantita una vetratura completa dell'acciaio al titanio. In questo contesto, spetta all'acquirente o all'utente finale implementare completamente le istruzioni di montaggio e le descrizioni dei prodotti e non apportare modifiche alle interfacce di tenuta, in modo che l'umidità/acqua non possa raggiungere la parte posteriore del bordo di crimpatura, che non presenta vetratura completa a causa della produzione. Solo in questo modo, ad esempio, è possibile evitare qualsiasi successivo danno da corrosione. A tale proposito, una vetratura dell'acciaio al titanio non completa su tutta la superficie a causa della produzione e inevitabile nell'area dietro il bordo flangiato non costituisce un difetto della merce consegnata / del prodotto. 

§ 3 Ulteriori termini di consegna e riserva del pagamento anticipato

1.

Il venditore ha diritto a consegne parziali, nella misura in cui ciò sia ragionevole per l'acquirente e nient'altro è stato concordato nella conferma d'ordine. 

2.

Per ordini di acquirenti con residenza e domicilio commerciale all'estero o per ragionevoli indicazioni di un possibile rischio di pagamento dell'acquirente, il venditore si riserva espressamente il diritto di consegnare solo dopo aver ricevuto il prezzo di acquisto più le spese di spedizione (riserva di pagamento anticipato). Se il venditore si avvale della riserva di pagamento anticipato, l'acquirente verrà immediatamente informato in merito. In questo caso, il periodo di consegna inizia a decorrere solo con il pagamento del prezzo di acquisto e delle spese di spedizione. 

§ 4 Prezzi e costi di spedizione

1.

I prezzi indicati dal venditore sono espressi in euro franco fabbrica più i costi di carico e gli imballaggi di trasporto più l'IVA di legge, i dazi doganali per le consegne con esportazione nonché le tasse e altri oneri pubblici.

2.

Se il venditore adempie agli ordini dell'acquirente in conformità con § 4 capoverso 1 di questi termini e condizioni con consegne parziali, l'acquirente sostiene i costi di spedizione solo per la prima parte consegnata. Se le consegne parziali vengono effettuate su richiesta dell'acquirente, il venditore calcolerà i costi di spedizione per ciascuna consegna parziale.

§ 5 Termini di pagamento, riconoscimento, compensazione e diritto di ritenzione

1.

Il prezzo di acquisto non include l'imposta sulle vendite prevista dalla legge. 

2.

Le fatture del venditore sono pagabili in conformità all'accordo condizionale stipulato separatamente con l'acquirente o immediatamente, in mancanza di tale accordo. La data di pagamento è la data di ricezione del denaro da parte del venditore o della nota di accredito sul suo conto. L'acquirente è in ritardo di pagamento dopo 10 giorni dalla consegna, anche senza sollecito. Il venditore ha il diritto di richiedere il pagamento per la consegna della merce. Se è stato concordato uno sconto di cassa, questo viene calcolato sull'importo netto ed è ammesso solo se tutte le altre passività superiori a 30 giorni sono state liquidate al venditore. 

3.

I pagamenti che non sono sufficienti a estinguere tutte le passività derivanti dal rapporto commerciale in corso o in relazione a un singolo ordine sono inizialmente accreditate sulla passività precedente; il venditore informerà l'acquirente in merito alla transazione. Se sono già stati sostenuti costi e interessi, il pagamento verrà accreditato prima sui costi, quindi sugli interessi e infine sul servizio principale. 

4.

Inoltre, in caso di inadempienza da parte dell'acquirente, il venditore ha il diritto di trattenere consegne o servizi a causa dei rapporti commerciali in corso con l'acquirente fino al completo adempimento. 

Questo diritto di ritenzione può essere evitato dall'acquirente fornendo una garanzia unica e permanente di una banca tedesca, banca popolare o una banca locale affiliata al fondo di sicurezza dei depositi per l'importo di tutti i crediti dovuti da parte nostra. Se i pagamenti vengono differiti ed effettuati più tardi di quanto inizialmente concordato, l'acquirente deve interessi di mora per il periodo di differimento in conformità con le seguenti disposizioni in questi termini e condizioni. 

5.

La fattura inviata all'acquirente si considera accettata dall'acquirente se l'acquirente non lo fa entro 30 giorni di calendario dal ricevimento della fattura e se tale fattura è stata citata separatamente e in evidenza sulla fattura. 

6.

L'acquirente deve pagare gli interessi sul debito per un importo di 9 punti percentuali al di sopra del rispettivo tasso di interesse di base durante il ritardo, più una commissione di elaborazione di € 25,00, §§ 247, 288 BGB. 

7.

L'acquirente ha il diritto di compensare solo se le sue controrivendicazioni sono legalmente opportune o dovute e non contestate. 

§ 7 Riserva di proprietà

1.

Le merci consegnate (merci soggette a riserva di proprietà) rimangono di proprietà del venditore fino a quando non vengono soddisfatte tutte le pretese che il venditore ha nei confronti dell'acquirente ora o in futuro, comprese tutte le richieste di saldo dal conto corrente del cliente. Nella misura in cui l'acquirente si comporti in violazione del contratto - in particolare nella misura in cui è in arretrato con il pagamento della richiesta di commissione - il venditore ha il diritto di recuperare i beni riservati dopo che il venditore ha fissato un termine ragionevole per l'esecuzione. Le spese sostenute per il trasporto di restituzione sono a carico dell'acquirente. Se il venditore riprende la merce riservata, ciò rappresenta un recesso dal contratto. Vi è anche un recesso dal contratto se il venditore sequestra i beni riservati. Le merci riservate possono essere riutilizzate dal venditore. I proventi del recupero saranno compensati con i contributi dovuti dall'acquirente al venditore dopo che il venditore ha dedotto un importo ragionevole per i costi di recupero. 

2.

L'acquirente deve trattare con cura i beni trattenuti e conservarli correttamente (temporaneamente). Deve assicurarli sufficientemente a sue spese contro i danni causati da incendio e furto per il valore pari al nuovo. Se sono necessari lavori di manutenzione e di ispezione, l'acquirente è tenuto a metterli in pratica a proprie spese. 

3.

L'acquirente può utilizzare i beni riservati e rivenderli nel normale svolgimento dell'attività, purché non sia inadempiente nel pagamento. Tuttavia, non può impegnare i beni riservati o trasferirli a titolo di garanzia. Le richieste di rimborso dell'acquirente nei confronti dei propri clienti derivanti da una rivendita dei beni riservati nonché i reclami dell'acquirente in merito ai beni riservati che sorgono per un altro motivo legale nei confronti del suo cliente o di terzi (in particolare i reclami derivanti da illeciti e richieste di prestazioni assicurative), incluse tutte le richieste di liquidazione per quanto riguarda l'intero saldo, l'acquirente cede l'intero importo al venditore per motivi di sicurezza. Il venditore accetta questa cessione. L'acquirente può riscuotere questi crediti assegnati al venditore per suo conto a proprio nome per il venditore, a condizione che il venditore non revochi questa autorizzazione. Il diritto del venditore di recuperare questi crediti autonomamente non è influenzato da questo; tuttavia, il venditore non farà valere personalmente i crediti e non revocherà l'autorizzazione di addebito diretto fintanto che l'acquirente rispetta debitamente e pienamente i suoi obblighi di pagamento.

Tuttavia, se l'acquirente si comporta in violazione del contratto, in particolare se ha inadempiuto al pagamento di un reclamo di pagamento, il venditore può richiedere all'acquirente di notificare al venditore i crediti ceduti e i rispettivi debitori, informare i rispettivi debitori dell'incarico e fornire al venditore tutti i documenti e tutte le informazioni richieste dal venditore per far valere il reclamo. A tale proposito, le parti concordano che ciò crea un diritto indipendente di informazione e ispezione del venditore. 

4.

Una trasformazione o elaborazione dei beni riservati da parte dell'acquirente viene effettuata in favore del venditore. Se le merci riservate vengono elaborate con altri articoli che non sono di proprietà del venditore, il venditore ottiene la comproprietà del nuovo articolo in proporzione al valore delle merci riservate (importo della fattura finale comprensivo dell'imposta sul valore aggiunto) agli altri articoli trasformati al momento dell'elaborazione. Per inciso, lo stesso vale per il nuovo oggetto creato dalla lavorazione come per i beni riservati. Se i beni riservati sono indissolubilmente connessi o mescolati con altri articoli non appartenenti al venditore, il venditore otterrà la comproprietà del nuovo articolo nel rapporto tra il valore dei beni riservati (importo della fattura finale inclusa l'imposta sul valore aggiunto). Se le merci riservate vengono combinate o mescolate in modo tale che l'articolo dell'acquirente debba essere considerato l'articolo principale, l'acquirente e il venditore concordano già dal presente che l'acquirente trasferirà proporzionalmente la comproprietà dell'articolo al venditore. Il venditore accetta questo trasferimento. L'unica proprietà o comproprietà risultante da un oggetto sarà adeguatamente conservata e assicurata dall'acquirente per il venditore. 

5.

In caso di sequestro dei beni riservati da parte di terzi o altri interventi da parte di terzi, l'acquirente deve indicare la proprietà del venditore e deve informare immediatamente il venditore per iscritto affinché il venditore possa far valere i propri diritti di proprietà. Se la terza parte non è in grado di rimborsare al venditore eventuali spese giudiziarie / extragiudiziali sostenute in questo contesto, l'acquirente è responsabile di questi costi. 

6.

Se l'acquirente lo richiede, il venditore è tenuto a sbloccare le garanzie a cui ha diritto finché il loro valore di realizzo supera di oltre il 10% il valore dei crediti pendenti nei confronti dell'acquirente. Tuttavia, il venditore può selezionare le garanzie da sbloccare.

§ 8 Garanzia

1.

a)

Il venditore è responsabile per difetti materiali e difetti di proprietà secondo le disposizioni di legge applicabili, in particolare §§ 434 ff, 280 ff BGB, tuttavia, o nel caso di una transazione commerciale, l'acquirente deve conformarsi al § 377 HGB in conformità con le seguenti disposizioni. Il termine di prescrizione per i reclami legali per difetti è di 1 anno e inizia con la consegna o la consegna della merce all'acquirente, a meno che il venditore non abbia nascosto in modo fraudolento un difetto o una garanzia per la qualità dei beni o di alcune proprietà individuali o dei beni ai sensi del § 438 par. 1. N. 2 b) BGB è stato installato in modo professionale entro un anno dalla consegna o dalla consegna e in conformità con le specifiche del venditore in un edificio (proprietà immobili saldamente fissate al terreno) - quindi si applica il periodo di prescrizione legale.

b)

I difetti evidenti devono essere segnalati al venditore per iscritto senza ritardo, di solito entro 6 giorni dalla fornitura, anche per quanto riguarda i servizi parziali che possono essere utilizzati dall'acquirente. Un reclamo non tempestivo o non conforme esclude qualsiasi diritto dell'acquirente a causa della violazione di un obbligo per negligenza. 

c)

I difetti che possono essere identificati al momento della consegna devono essere rivendicati dall'acquirente alla società di trasporto e il rilevamento dei difetti deve essere avviato da quest'ultimo. Le notifiche di difetti devono contenere una descrizione del difetto che deve essere dettagliata in dettaglio. Un reclamo non tempestivo o non conforme esclude qualsiasi diritto dell'acquirente a causa della violazione di un obbligo per negligenza. Nella misura in cui difetti di quantità, peso o volume erano già riconoscibili alla consegna dopo gli obblighi di ispezione di cui sopra, l'acquirente deve presentare un reclamo per tali difetti al ricevimento della merce nei confronti del corriere e far certificare il reclamo. Un reclamo non tempestivo esclude anche in questo caso qualsiasi contestazione del cliente per violazione di obblighi per negligenza. I difetti nascosti devono essere segnalati per iscritto immediatamente dopo la riconoscibilità, al più tardi dopo il periodo di prescrizione in questi termini e condizioni. Le notifiche di difetti devono contenere una descrizione del difetto che deve essere dettagliata. Un reclamo non tempestivo o non conforme esclude qualsiasi diritto dell'acquirente a causa della violazione di un obbligo per negligenza. 

d)

All'inizio dell'elaborazione, modifica, combinazione o miscelazione con altri articoli o rivendita all'acquirente finale, la merce consegnata si considera approvata dall'acquirente in conformità al contratto. 

e)

Altre violazioni di obblighi devono essere segnalate per iscritto dall'acquirente immediatamente prima di far valere ulteriori diritti, fatto salvo un ragionevole periodo di successivo adempimento. Al venditore viene espressamente concessa l'opzione di risolvere un possibile difetto per tre volte. Il venditore non si assume alcuna responsabilità per l'usabilità della merce o dei prodotti consegnati all'interno dell'impianto completo esistente dell'acquirente o dell'acquirente finale, a meno che la disponibilità della merce non sia stata espressamente garantita per iscritto dal venditore. L'acquirente deve considerarsi e comportarsi come venditore ultimo verso il proprio acquirente finale per quanto segue: Il venditore finale e/o l'acquirente finale devono controllare in modo indipendente nel corso di un lavoro e/o lavori di costruzione ad opera di terzi, sia con la merce consegnata, che per quanto necessario e legalmente prescritto ci sia l'approvazione degli ispettorati edili, così come siano rispettate quelle relative a costruzione, igiene, emissioni rumorose, calore, tutela ambientale e protezione dalla corrente (ad es. collegamento equipotenziale) ecc. 

f)

Se nell'ambito della riparazione e/o di qualsiasi consegna sostitutiva da parte del venditore si evince che non è la prestazione del venditore e/o un prodotto del venditore la causa del difetto, ma piuttosto un altro prodotto e/o l'impianto del cliente finale o un uso/manipolazione errata e/o l'installazione impropria, ad es. da parte dell'acquirente finale, l'acquirente deve rimborsare le spese sostenute dal venditore (ad es. spese di viaggio, servizio clienti, ore, ecc.) alla presentazione del titolo di spesa. In particolare, è esclusa una responsabilità per garanzia e/o danni se sono state apportate modifiche ai prodotti del venditore da parte dell'acquirente, dell'acquirente finale o del cliente finale, o se l'installazione è stata realizzata in violazione delle istruzioni di montaggio della merce. Lo stesso vale se si sono verificati difetti materiali nelle merci del venditore per via di una cura, pulizia o uso dei prodotti in violazione alle istruzioni di cura. 

La garanzia è esclusa se l'acquirente, l'acquirente finale o il cliente finale non garantiscono attraverso l'installazione professionale e l'utilizzo della merce consegnata che le superfici non completamente vetrate per via della produzione (bordo flangiato) non ricevano umidità o acqua, in modo da escludere la corrosione. Il venditore non è responsabile dei costi di disassemblaggio e installazione, nonché i costi per l'interruzione e la rimessa in servizio di un impianto in cui prodotti o beni sono stati installati dal venditore, a meno che il venditore non sia responsabile del difetto attribuibile ad esso causalmente, in particolare in un'azione di richiamo pubblica del produttore o una difettosità altrimenti nota della merce consegnata.

g)

Se l'adempimento supplementare fallisce, per cui una rettifica viene generalmente considerata come fallita solo con il terzo tentativo fallito, o se il venditore ha rifiutato l'adempimento supplementare per iscritto, in modo espresso e definitivo, l'acquirente può far valere le proprie pretese legali. In un caso di una violazione del contratto non significativa, in particolare in caso di piccole mancanze, il cliente non ha alcun diritto di recesso. Questo in particolare, se la funzionalità della merce consegnata non è materialmente limitata e l'affermazione del diritto di recesso è sproporzionata.

h)

In caso di difetto - ad eccezione del caso di ricorso alla consegna in conformità con §§ 445a, 475 BGB - il venditore ha facoltà di scegliere il miglioramento gratuito o la consegna sostitutiva. I difetti causati dall'acquirente stesso o dall'acquirente finale e/o dal cliente finale e i reclami ingiustificati sono corretti per conto e a spese dell'acquirente. 

i)

L'acquirente si impegna a fornire tutte le informazioni necessarie per il controllo e la risoluzione di un reclamo in garanzia. L'acquirente informa il venditore delle informazioni necessarie, almeno il numero di conferma dell'ordine di Bette, il numero dell'articolo, il motivo del reclamo e, per quanto possibile, le immagini del danno. Una scheda dei dati di base per i reclami può essere scaricata dalla homepage www.bette.de. Nella misura in cui l'installazione è stata effettuata dall'acquirente finale o dal cliente finale, i protocolli di installazione ecc. devono essere resi disponibili in copia. 

j)

Sono esclusi i reclami dell'acquirente, dell'acquirente finale o del cliente finale a causa di spese sostenute ai fini di prestazioni supplementari, in particolare i costi di trasporto e di viaggio, i costi di manodopera e materiali, nella misura in cui le spese sono maggiorate, poiché l'oggetto della consegna viene trasportato in un luogo diverso dal luogo di consegna o dalla filiale dell'acquirente. Ciò non si applica nei casi di ricorso alla consegna ai sensi dei §§ 445a, 475 BGB (Codice civile tedesco) e delle violazioni di obblighi per dolo o negligenza o in rapporto a lesioni psicofisiche o la perdita della vita.

Eventuali diritti di recesso dell'acquirente in caso di rivendita della merce nei confronti del venditore esistono solo nella misura in cui l'acquirente non ha stipulato alcun accordo con il suo cliente (acquirente finale) e/o il cliente finale al di là delle rivendicazioni legali per difetti. 

k)

Il riconoscimento delle violazioni di obblighi richiede la forma scritta. 

2.

Un'eventuale garanzia del venditore fornita per determinati prodotti deve essere aggiunta ai reclami per difetti di qualità o violazioni giuridiche ai sensi del paragrafo 1. I dettagli sulla portata di tali garanzie sono riportati nei termini di garanzia che possono accompagnare l'articolo o le merci. 

3.

Informazioni, consulenza, pubblicità. Le informazioni e i consigli relativi ai prodotti / beni del venditore sono forniti esclusivamente sulla base dell'esperienza precedente. Per quanto riguarda le merci che richiedono un'approvazione degli uffici per l'edilizia, questa deve essere presente. Fanno fede esclusivamente le caratteristiche del prodotto, che sono state specificate da noi come venditore (produttore) in relazione al rispettivo prodotto. L'acquirente o l'acquirente finale e il cliente finale devono verificare autonomamente a proprio rischio e pericolo se il successo pianificato può verificarsi durante l'installazione o l'uso della merce (vedi sopra). Per questo è indispensabile che l'acquirente o l'acquirente finale e il cliente finale attuino attentamente e tengano pienamente conto delle descrizioni dei prodotti, delle istruzioni di montaggio e delle istruzioni per la cura. 

§ 9 Responsabilità

1.

Il venditore è responsabile per i danni e il rimborso delle spese per difetti già esistenti alla conclusione del contratto solo in caso di dolo o colpa grave o se ha ingannato fraudolentemente l'acquirente. 

2.

Se si verificano difetti essenziali che l'acquirente non è autorizzato a eliminare autonomamente secondo le regole di cui sopra, inizialmente l'acquirente può avanzare solo la pretesa che il difetto venga risolto mediante rettifica entro un ragionevole periodo di tempo dalla notifica del difetto. Se il rimedio del difetto non ha esito positivo, oppure esso è irragionevole o impossibile, l'acquirente può avanzare solo rivendicazioni legali di riduzione e recesso (vedi sopra). 

3.

Per inciso, la responsabilità del venditore, incluso il comportamento dei suoi rappresentanti e agenti per violazione di altri doveri, illecito civile e in conformità con §§ 280, 281 BGB è limitata a negligenza grave e intenzione. Il venditore è responsabile solo se ha causato il danno intenzionalmente o in modo gravemente negligente. Pertanto, il venditore non è responsabile per danni subiti dall'acquirente, dall'acquirente finale o dal cliente finale su beni, apparecchiature, dati e simili, indipendentemente dal tipo, dall'origine, dalla durata e dalla misura in cui si sono avuti gli effetti, a meno che il venditore non abbia causato il danno intenzionalmente o per grave negligenza. Questo vale anche per danni causati dagli effetti dell'umidità.

4.

In caso di lieve negligenza, il venditore è responsabile solo in caso di violazione degli obblighi contrattuali essenziali o tipici (i cosiddetti obblighi cardinali). I doveri cardinali sono quelli che consentono un'esecuzione contrattuale. È escluso il risarcimento del danno indiretto, come la perdita di profitto. 

Per quanto riguarda i dati elettronici e le attrezzature tecniche, si consiglia all'acquirente, all'acquirente finale e all'utente finale di prendere precauzioni contro le cadute di tensione e/o le variazioni e di stipulare un'assicurazione elettronica commisurata (costi di modifica dei dati, ecc.).

5.

Le summenzionate esclusioni / limitazioni di responsabilità non si applicano alle lesioni al corpo, alla vita, alla salute, alla libertà o all'autodeterminazione sessuale, che si basano su una violazione della negligente violazione del dovere da parte del venditore o di una corrispondente violazione del dovere da parte di un rappresentante legale o agenti vicari. 

6.

Le suddette esclusioni / limitazioni di responsabilità non si applicano nemmeno ai danni per i quali interviene l'assicurazione del venditore. In termini di importo, il venditore è responsabile, in particolare nel caso di ricorso all'interno della catena di approvvigionamento (§ 445 a BGB), fino a un massimo dell'importo per il quale riceve copertura assicurativa dall'assicurazione di responsabilità civile stipulata. L'acquirente ha il diritto in qualsiasi momento di richiedere per iscritto al venditore l'importo della copertura e il contenuto delle condizioni assicurative. Su richiesta, il venditore è tenuto a informare l'acquirente, almeno in forma testuale, sull'importo della copertura e a fornire all'acquirente le condizioni assicurative. L'acquirente è libero di stipulare una copertura maggiore se si assume i corrispondenti costi della polizza, in accordo con il venditore e la sua compagnia assicurativa. 

7.

Se altre cause hanno contribuito al verificarsi di un danno per il quale il venditore è in linea di principio responsabile, il venditore è responsabile solo nella misura in cui la sua colpa è in relazione alle altre cause. 

§ 10 Diritti d'autore

Il venditore detiene i diritti d'autore su tutte le immagini, i video e i testi da lui pubblicati. L'uso di immagini, video e testi non è consentito senza il consenso esplicito del venditore. 

§ 11 Diritto applicabile e foro competente

1. 

Vale la legislazione della Repubblica Federale di Germania, ad esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui Contratti di Compravendita. 

2. 

Se l'acquirente è un commerciante e ha sede in Germania al momento dell'ordine, il foro competente esclusivo è la sede legale del venditore, Bette GmbH & Co. KG, Heinrich-Bette-Strasse 1, 33129 Delbrück. Inoltre vigono le disposizioni di legge applicabili alla giurisdizione locale e internazionale.

Bette utilizza i cookie per assicurare la migliore esperienza utente possibile sul web. Utilizzando il sito, l’utente accetta implicitamente l’uso dei cookie. Per ulteriori dettagli sull'uso dei cookie in questo sito cliccare su “Maggiori informazioni“. A questo punto l’utente può anche opporsi all'uso dei cookie e modificare di conseguenza le impostazioni del browser.
Continua